Maison de la Paix

concorso

Ginevra, SVIZZERA - 2002

Il progetto consiste nella realizzazione della Maison de la Paix. La destinazione del futuro edificio richiede un’architettura rappresentativa con una finitura di qualità, funzionale, di eleganza contemporanea ma anche suggestiva. E’ definito da linee orizzontali marcate e segni verticali di ispirazione razionalistica, che danno all’edificio un profilo austero ma rassicurante. L’immagine proposta è quella di un edificio positivo: colori chiari, trasparenze, riflessioni, acqua e rete metallica, che insieme formano una costruzione dinamica, che si integra nel contesto urbano. Si propone un edificio contraddistinto da un volume puro ed essenziale nei suoi contorni e nelle sue linee, con grandi finestre alternate che danno leggerezza e vitalità alla costruzione.

La Maison è pensata come bioarchitettura e utilizza elementi ecocompatibili e riciclabili in grado di garantire sostenibilità, capacità di resistere nel tempo ai danni da agenti ambientali, e affidabilità, capacità di limitare al minimo la manutenzione straordinaria. Sono stati presi in considerazione gli aspetti di manutenzione e la capacità di adattarsi ai cambiamenti d’uso. Il progetto prevede soluzioni di impianti di tipo biocompatibile, con impatto ambientale contenuto grazie a componenti innovativi e sperimentali, per ottenere risparmi energetici e riduzioni sostanziali di immissioni di inquinanti nell’atmosfera. L’acqua, contribuisce al raffreddamento e ionizzazione dell’aria, grazie all’idea di scendere dalla copertura del tetto sulla facciata, migliorando ulteriormente il comfort climatico.

La bellezza è un traguardo semplice da raggiungere, anzi direi logico e naturale.

Share Project
Similar Project