Lungomare

concorso

Lignano Sabbiadoro, ITALIA - 2001
conarch. Leonardo Proli

L’intervento mira a una nuova vita dell’area, trasformandola in un centro urbano di attività sociali, riscoprendo la costa come spazio per il tempo libero durante tutto l’anno. Ai temi conduttori affrontati nel progetto, l’architettura di percorso e il rapporto tra centro cittadino e mare, viene introdotto un sistema di funzioni: la creazione di un asse commerciale panoramico, la ricostruzione di un ambiente naturale, lo sviluppo di un sistema di collegamenti, l’inserimento di funzioni altamente qualificate e nuovi insediamenti. E’ prevista la ridefinizione della

“promenade” attraverso una nuova interpretazione del suolo-basamento che diventa congiunzione degli elementi puntuali con funzioni commerciali su esso dislocati. Nasce così un luogo pubblico organizzato con spazi di relazione e architetture puntuali. Queste architetture riprendono, figurativamente e costruttivamente, i materiali e le tecniche di assemblaggio delle realizzazioni di ingegneria navale e delle tradizioni delle architetture del mare dei paesi nordici: ferro, legno e vetro.

L’intento di collegare strutturalmente il lungomare con il tessuto urbano porta a considerare come anelli di congiunzione i due parchi esistenti. Ciò rende possibile una estensione dei parchi cittadini fino all’arenile laddove essi si insinuano occupandone una parte. La realizzazione di dune di sabbia a ridosso dell’arenile tra le ramificazioni dei parchi, dà luogo ad una fusione dei due sistemi naturali tipica della macchia mediterranea.
La definizione di nuovi spazi di attività per il tempo libero alternative a quelle strettamente legate alla balneazione estiva è attuata attraverso

l’inserimento di funzioni qualificate: un edificio per attività termali e una piattaforma sul mare dedicata allo svago. Due oggetti architettonici con un ruolo fondamentale che rendono esplicito il valore complessivo dell’intervento.Il sistema dei collegamenti – E’ prevista l’introduzione di un collegamento meccanizzato che collega il Parkint con l’edificio delle terme, la piattaforma sul mare e prosegue lungo la nuova passeggiata panoramica fino ai nuovi insediamenti ricettivi.

Share Project
Similar Project